Dott. Luca Santoro

Dr. Luca Santoro

Il Dr. Luca Santoro si è laureato e specializzato in “Medicina Interna” con il massimo dei voti con lode presso “l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma – Policlinico Gemelli”, dove attualmente ricopre la carica di Dirigente Medico presso il “Servizio di Angiologia e Diagnostica Vascolare non Invasiva”.

Da sempre impegnato nella cura dei pazienti affetti da malattie vascolari e nella ricerca in tale ambito, ha conseguito nella sua formazione anche un Master di II livello in “Angiologia” ed un Dottorato di Ricerca in “Fisiopatologia della nutrizione e del metabolismo”.

La sua attività clinica assistenziale si è concentrata fin da subito nella gestione delle principali patologie vascolari: insufficienza venosa cronica degli arti inferiori, trombo-embolismo venoso, arteriopatia obliterante cronica degli arti inferiori, aterosclerosi carotidea, patologie dell’aorta addominale.

Inoltre, la sua crescente attenzione nella gestione non chirurgica delle problematiche funzionali ed estetiche delle principali manifestazioni della insufficienza venosa cronica degli arti inferiori, lo ha portato a specializzarsi nel trattamento ambulatoriale endovascolare delle teleangectasie (capillari) e delle varici agli arti inferiori mediante iniezioni di sostanze liquide o mousse ad azione sclerosante.

Nel suo profilo di ricercatore compaiono oltre cento pubblicazioni scientifiche sulle più prestigiose riviste internazionali, molte delle quali con ruolo di Primo Autore. E’ stato invitato, in qualità di autore, relatore o moderatore a numerosi Congressi scientifici nazionali ed internazionali, corsi e seminari. 

E’, inoltre, Membro del “Consiglio Direttivo della Sezione Interregionale Lazio Molise della Società Italiana di Medicina Interna” e “Coordinatore Regionale per il Lazio della Società Italiana di Flebolinfologia”. Socio ordinario delle più prestigiose Società Nazionali nell’ambito della Medicina Interna e della Medicina Vascolare: SIUMB (Società Italiana di Ultrasonologia in Medicina e Biologia), SIFL (Società Italiana di Flebolinfologia), SIMI (Società Italiana di Medicina Interna), SIAPAV (Società Italiana di Angiologia e Patologia Vascolare).

Infine, è Membro dell’ ”Editorial Board” delle seguenti riviste internazionali: “European Review for Medical and Pharmacological Sciences” e “Minerva Cardioangologica”.

2001
Laurea in Medicina e Chirurgia

Laureato in Medicina e Chirurgia con un punteggio di 110 e lode presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma - Policlinico Gemelli.

2007
Specializzazione in Medicina Interna

Specializzato in Medicina Interna presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma con il punteggio di 50/50 e lode.

2009
Dottorato di ricerca

Vincitore del dottorato di ricerca in fisiopatologia della nutrizione e del metabolismo. Conseguito nel 2009 con il punteggio di 70/70 e lode.

2017
Master di II livello in Angiologia

Conseguito con il massimo dei voti presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

2018
Docenze Master di II livello

Ruolo di Docente per il “Master di II livello in Ecografia Internistica” presso “l’Università La Sapienza di Roma”, per il “Master di II livello in Angiologia” presso “l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma” e all’interno della “Scuola S.I.U.M.B. Ecocolordoppler di Roma” presso “l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma”.

VISITA ANGIOLOGICA

La visita angiologica consiste nella valutazione da parte del Medico Specialista Angiologo di tutti gli aspetti vascolari di un soggetto al fine di prevenire lo sviluppo e/o la progressione di malattie vascolari, diagnosticandone l’eventuale presenza anche se non ancora evidente sul piano clinico, e mettendo in atto tutte le procedure terapeutiche necessarie per una corretta gestione delle stesse.

Il primo passo fondamentale è la raccolta di una accurata anamnesi generale del paziente. 

Successivamente, ci si avvale dell’esame obiettivo completo dei distretti corporei di maggior interesse mediante palpazione delle sedi arteriose più accessibili ed eventualmente mediante loro auscultazione con il fonendoscopio.

L’Ecocolordoppler Carotideo – vertebrale, detto anche Ecodoppler TSA (tronchi sovraortici), è una indagine diagnostica non invasiva che permette lo studio morfologico e dinamico dei principali vasi deputati alla circolazione arteriosa diretta verso il cervello, ossia le arterie carotidi e le arterie vertebrali.
In particolare, questo esame consente di valutare la pervietà, il calibro e le pareti dei suddetti vasi, evidenziando l’eventuale presenza di iniziali segni di aterosclerosi, quali ispessimento parietale e/o presenza di placche (o ateromi).

ECOCOLORDOPPLER CAROTIDEO VERTEBRALE

ECOCOLORDOPPLER ARTERIOSO E VENOSO

E’ l’esame cardine per valutare l’eventuale presenza di lesioni aterosclerotiche delle arterie deputate all’irrorazione e per studiare le malattie del distretto venoso degli arti inferiori.

Diagnosi e Follow-up delle patologie dell’aorta addominale.

ECOCOLORDOPPLER DELL'AORTA ADDOMINALE

ECOCOLORDOPPLER DELLE ARTERIE RENALI

L’ecocolordoppler delle arterie renali è un esame che permette di analizzare e studiare le caratteristiche morfologiche e flussimetriche delle arterie renali.

Mediante questo esame è possibile valutare numerose patologie renali, come l’ipertensione nefrovascolare da stenosi dell’arteria renale ed alcune nefropatie mediche, nonché la funzionalità del rene trapiantato.

Questo tipo di esame è indicato nel sospetto Arterite di Horton, ossia di un processo infiammatorio a carico di alcune arterie definito vasculite. Tale patologia, frequentemente associata a disturbi reumatologici, in primis la polimialgia reumatica, può presentarsi con cefalea, disturbi visivi e febbre.

La diagnosi tempestiva è fondamentale al fine di iniziare il prima possibile la specifica terapia a base di cortisone e scongiurare le possibili complicanze che ne possono derivare.

ECOCOLORDOPPLER DELLE ARTERIE TEMPORALI SUPERFICIALI

SCLEROSANTI

Sedute di terapia sclerosante per eliminare i fastidiosi inestetismi delle teleangectasie (capillari).

Terapia con scleromousse per eliminare le vene varicose degli arti inferiori, evitando il tradizionale intervento chirurgico.

SCLEROMOUSSE

TESTIMONIANZE

Sono i pazienti a parlare

Mettiti in contatto con il Dott. Santoro

Dott. Luca Santoro - Angiologo Studio Medico Santoro - Roma Balduina
Luca Santoro - MioDottore.it
Luca Santoro - MioDottore.it